vendita integratori domanda

Vendita integratori: moda o bisogno reale?

Negli ultimi anni la vendita di integratori sembra conoscere uno sviluppo sempre maggiore. Alcune persone però potrebbero essere indotte e a diffidare degli integratori, ritenendoli solo una moda. È lecito quindi porsi una domanda: la vendita integratori è una moda o risponde ad un bisogno reale?

Vendita integratori: la risposta alle esigenze di tutti?

Partiamo da un presupposto: l’assunzione di un integratore non deve sostituire una vita sana, attiva ed una dieta variegata e completa. Lo dicono tutte le etichette e ce lo ricordano spesso coloro che si occupano di vendita integratori. Di tanto in tanto però un integratore a base di questo o di quell’ingrediente diventa di moda e sembra essere indispensabile. In questo caso è facile capire come ci si trovi di fronte all’ennesima moda, che periodicamente individua l’ingrediente “miracoloso”, che diventa quindi il protagonista della comunicazione.

La vendita integratori e i bisogni individuali

Al di là delle mode del momento, esistono fasi della vita o periodi dell’anno dove il ricorso ad un integratore può essere di aiuto nel raggiungere il proprio benessere fisico. La vendita integratori, se seria, fa capire come gli integratori possano essere assunti per rispondere ad un bisogno specifico, senza promettere effetti miracolosi, ma spiegando approfonditamente quali sono i benefici ed i possibili effetti derivanti dall’assunzione dell’integratore stesso. Ogni persona poi è diversa dalle altre e diversa anche da stessa a seconda delle fasi della vita. Per questo, per capire se è necessario assumere un integratore e quale può fare al caso proprio, può essere utile un test sul benessere individuale, come ad esempio il Test Numex. Affidarsi ad aziende serie, conosciute e in grado di mostrare con trasparenza il proprio operato e le caratteristiche dei propri integratori è infine la certezza per poter assumere integratori nel modo corretto, al di là delle mode del momento.

Miriam Perani

Copywriter e consulente della comunicazione.
Adoro scrivere, creare naming e pay-off e la comunicazione in ogni sua forma.
Le parole sono i miei ferri del mestiere, il web e la carta la mia officina.